Blog

Dallo scorso gennaio a Bacoli è attivo tutte le mattine uno sportello di mediazione familiare. Ad ospitarlo presso il proprio centro è “La Casetta Onlus”, che offre gratuitamente il servizio. Si tratta di un’opportunità importante per tutto il comprensorio flegreo, che conosce per la prima volta questo nuovo percorso. La mediazione familiare, infatti, nasce in nord Europa e, nonostante un suo sviluppo, è ancora poco praticata in Italia e in particolar modo in nel meridione.

Ma di cosa si tratta? Ai suoi albori la mediazione familiare punta soprattutto alla tutela dei minori nei casi di separazione. Nel corso degli anni, però, ha esteso il suo campo d’azione ed oggi si affrontano una vastità di problematiche familiari: dai rapporti fra genitore e figli a quelli con i nonni, passando chiaramente per le divergenze di coppia. Si può, quindi, rivolgere allo sportello chi è sposato, chi si sta separando o è già separato da tempo, ma anche coppie di fatto.

Il percorso che si intraprende dura alcuni mesi e a “La Casetta” le professioniste che vi operano hanno già chiuso con successo diverse mediazioni. Il primo passo è quello di creare un rapporto di fiducia col mediatore che a sua volta deve riuscire a riattivare un dialogo fra le parti. Non sempre è facile, ma i benefici di una buona mediazione sono tangibili. Il risultato finale, infatti, è il raggiungimento di un accordo che risolva in maniera costruttiva il conflitto.

La mediazione familiare è particolarmente indicata in presenza di una volontà di separazione. A differenza di altri paesi non è una strada obbligatoria, ma sicuramente consigliabile. Si tratta di un percorso alternativo e complementare a quello legale. L’obiettivo è non creare vincitori e vinti, ma aiutare le parti a parlarsi per trovare un punto di incontro senza che sia un giudice terzo a decidere. Una risoluzione consensuale della controversia crea rapporti più distesi e porta un indubbio beneficio anche economico per le famiglie coinvolte.

L’esperimento flegreo sembra essere partito con piede giusto. In tanti hanno bussato a la porta de “La Casetta” e in solo 4 mesi sono stati già superati i numeri previsti dal progetto iniziale. Molti si sono avvicinati allo sportello grazie alla conoscenza del centro, ma è nata anche una collaborazione con i comuni di Bacoli e Monte di Procida. «La creazione di questo sportello gratuito a La Casetta è un vanto e una grande opportunità per noi e per tutto il territorio flegreo – dice una delle mediatrici – Molti non hanno mai sentito parlare di mediazione familiare e allora è importante avere una giusta informazione».

Per poter avviare una mediazione familiare basta rivolgersi al centro de “La Casetta Onlus”, in via Cappella, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13. Mediatrici professioniste capiranno le problematiche e valuteranno la situazione consigliando, eventualmente, anche supporti diversi, sempre in linea con lo spirito di accoglienza tipico dell’associazione. Foto 19

Quante volte sarà capitato. Trovarsi di fronte qualcuno che chiede una donazione, un aiuto e rispondere in maniera sbrigativa, quasi intimorita. È proprio questo ordine di cose che va cambiato. Lo pensa “La Casetta Onlus”, associazione di volontariato che a Bacoli opera quotidianamente accanto a chi ha maggiore bisogno di un sostegno. Rovesciare, quindi, l’idea di dono, oggi spesso inteso come un semplice dare qualcosa, in maniera anche estemporanea. L’obiettivo de “La Casetta” è piuttosto quello creare un diverso tipo di rapporto con il donatore, basato sulla conoscenza e sulla condivisione; superare le logiche del chiedere – ottenere, così come quella comprensibile diffidenza che talvolta accompagna la scelta di dare un contributo.

20150413_125014

L’idea nasce proprio da un dono. Una nuova fotocopiatrice recentemente recapitata a “La Casetta”. Lo strumento, prezioso per le tante attività, è stato accolto con entusiasmo. Così Anna Gilda Gallo, presidente dell’associazione, ha voluto scrivere un’accorata lettera di ringraziamento, andando oltre le pure formalità. «Troppo spesso oggi chi dona resta distaccato, perché ha paura che in futuro qualcuno possa nuovamente bussare alla sua porta per chiedere aiuto, ma non è così – ha spiegato la presidente – Il dono è qualcosa di diverso, è uno scambio che apre tante possibilità da entrambe le parti. Per questo occorre un cambio di mentalità, creando un rapporto vero, basato sulla fiducia e sulla gratitudine».

Un rapporto che già oggi l’associazione cerca di costruire e mantenere con i donatori. Le forme di sostegno sono tante, come riportato chiaramente sul sito internet www.lacasettaonlus.it. C’è chi decide di donare il proprio tempo, diventando volontario ed è anche grazie a lui che il centro ogni giorno apre le proprie porte. Poi ci sono piccoli imprenditori del territorio, aziende più grandi pronte a dare un aiuto quando serve, per finire con famiglie che mensilmente offrono il proprio contributo. Grazie a loro “La Casetta” riesce a portare avanti il proprio lavoro, cercando di crescere ed offrire un sostegno sempre maggiore. Per questo le porte restano aperte, c’è sempre bisogno di aiuto.

 

Ufficio Stampa

La Casetta Onlus

IMG_1086

Pacchi viveri, assistenza in strada e servizio mensa. Sono questi gli strumenti che La Casetta Onlus mette in campo grazie alla collaborazione stretta con la Fondazione Progetto Arca. Una sinergia che genera un’opera costante sul territorio flegreo, un impegno teso a limitare le diverse situazioni di disagio.

Tutti i giorni alle 12 si aprono le porte a Via Cappella 76, a Bacoli. Dalla cucina della Casetta escono pasti caldi per le persone indigenti. Chi ha bisogno può accomodarsi a pranzare presso il centro o consumare altrove il proprio pranzo.

Ogni venerdì, poi,un’Unità Operativa di Strada parte alle 19 per un lungo giro. Passa per Arco Felice,nei pressi della stazione della cumana, a Pozzuoli nella zona del porto e della stazione della metropolitana, poi si dirige sul territorio di Bacoli e Monte di Procida. I volontari assistono circa 40 persone prive di dimora, offrono loro conforto e orientamento ai servizi disponibili sul territorio. Distribuiscono generi alimentari, coperte, capi di vestiario e kit igienici.
Per chi invece una casa ce l’ha, mensilmente vengono distribuiti pacchi alimentari.

Circa 80 scatole contenenti generi di prima necessità.

Un aiuto che di mese in mese viene garantito a numerose famiglie che faticano a riempire il carrello della spesa.
Le iniziative sono portate avanti grazie ad una preziosa collaborazione. È sul finire del 2013 che nasce l’intesa. La Casetta Onlus stringe la mano alla Fondazione Progetto Arca, al confronto un gigante del volontariato e dell’assistenza ai bisognosi. L’organizzazione, già operante a Milano e Roma, amplia il suo raggio d’azione trovando nel centro bacolese la sponda per operare anche nel napoletano e sul territorio flegreo.
La Fondazione Progetto Arca fornisce generi alimentari e contribuisce alle spese quotidiane de La Casetta. Non solo. Ne nasce uno stretto rapporto lavorativo, ma anche umano con uno scambio di idee, di conoscenze e di esperienze. Un agire basato su uno scopo comune, l’andare incontro alle situazioni di disagio, migliorando la vita di tante persone, anche tanti bambini, da sempre al centro dell’attenzione del centro bacolese.

IMG_8170

IMG_8170L’Unità Operativa di Strada dell’Associazione di Volontariato La Casetta Onlus nasce dalla necessità di andare incontro alla persone senza dimora direttamente sulla strada per offrire loro assistenza, conforto e orientamento.

Ad ogni uscita, venerdì dalle 19 alle 21, un’équipe di operatori e volontari riesce ad assistere circa 40 persone senza dimora della zona flegrea:

Ad Arco Felice, in zona stazione della cumana, a Pozzuoli nelle vicinanze della Piazza del porto e della stazione della metropolitana di Pozzuoli e su tutto il territorio di Bacoli e Monte di Procida.

L’Unità di Strada porta aiuto distribuendo:
– generi alimentari
– bevande adatte alla stagione
– coperte e sacchi a pelo in inverno
– capi di vestiario
– kit per l’igiene personale in estate.

L’Unità di Strada inoltre fornisce un orientamento ai servizi a disposizione sul territorio.

Scopri come puoi sostenerci:

www.lacasettaonlus.it

info@lacasettaonlus.it

tel/fax 0818682154

CAMBIA IL LORO MONDO. CAMBIA IL TUO. COSÌ CAMBIA TUTTO